Intervista ad Aldo, coordinatore dei gruppi di lavoro

La partenza

Un caro amico un giorno di tre anni fa mi chiamò al telefono: “Passa da me, ho da chiederti una cosa, può interessarti, anzi tu sei l’uomo giusto per questo progetto, poi ti racconto…”. Da quell’incontro e da quel giorno faccio parte degli Angeli del Bello di Verona. Dimenticavo, l’amico era ed è Stefano Dindo, promotore e presidente del gruppo di Verona degli Angeli del Bello. Mi ha entusiasmato, immediatamente, il messaggio di coinvolgimento che l’idea di farsi carico con un'azione personale contro il degrado e l’abbandono dell’ambiente urbano di qualsivoglia aspetto, fosse un atto “rivoluzionario” contro il costume imperante del menefreghismo comportamentale “mio e degli altri”. La sensazione e la coscienza che ormai si fosse arrivati al “pieno” del degrado e dell’abbandono, mi ha scosso un pensiero “sotterraneo”. "Basta bisogna agire, anzi inizio ad agire io per primo”. Da quel giorno questo pensiero si è tramutato in “azione” e partecipo a questo bellissimo progetto come Coordinatore dei gruppi di intervento. Ho incontrato persone belle ed interessanti che, probabilmente non avrei mai conosciuto, provenienti da ambienti lontani da miei. Questo aspetto, di condividere la medesima necessità di agire insieme e di metterci la “faccia” per una idea comune, al di là di posizioni diverse, è l’aspetto più bello ed interessante che ci fa stare insieme nel comune apprezzamento personale.

I luoghi

In questi tre anni, abbiamo sviluppato e messo in atto molti progetti sul territorio di Verona. Sono tutti progetti di grande importanza e valenza sociale. Interventi che hanno ridato luce e colore ad aspetti ambientali che ormai sopraffatti dal buio della non “considerazione” generale esistevano sotto una cappa asfissiante di adesivi pubblicitari, scritte insignificanti e/o scarabocchi e sporco ambientale vario. Di una cosa mi sono convinto: ogni luogo ha la medesima “dignità” di essere protetto e rispettato, dal più “blasonato” in Centro città all’angolino nascosto nella periferia più sconosciuta.Mi risulta difficile fare una scelta di un luogo della Città che mi stia più a cuore: ogni luogo bisognoso di intervento è importante e significante.

L'intervento di recupero e pulizia dei sottopassi di Porta Vescovo

Gli Incontri

Nella nostra attività incontriamo spesso tante persone.Sono incontri di esperienze da progettare insieme, incontri dipresentazione della nostra associazione.Si va dalla organizzazione di progetti condivisi nella società civile, con gli ambienti scolastici di ogni ordine e grado, alle esperienze di alternanza scuola/lavoro.Ogni volta verifichiamo quanto il nostro messaggio smuova pensieri sopiti con reazioni affascinate dal comprendere che è possibile reagire a questa realtà inaccettabile.Le reazioni positive più belle avvengono negli incontri delle scuole primarie, dove le domande e le considerazioni dei piccoli interlocutori sono dirette al nostro messaggio. L’ ambiente che ci circonda dipende dal nostro comportamento, la bellezza di tutto ciò che abbiamo intorno dipende da Noi, nel Bello si vive meglio. Questo è ciò che gli Angei del Bello vogliono ottenere, tutti noi possiamo partecipare, tutti noi possiamo diventare Angeli.

-
X